La storia della Banda Civica di Magenta

§ 8 – Gli anni sessanta

Prima di occuparci degli anni sessanta e settanta, permetteci un piccolo salto a ritroso nel tempo.
Siamo nel 1952 quando, per evidenti motivi d’età, il M° Valisi rassegnò le dimissioni dalla Direzione della nostra banda la quale venne affidata al M° Vincenzo Miele.
Il giovane prof. Miele, dotato di temperamento artistico e di raffinata sensibilità musicale, come maestro era un “moderno”, nello stile di direzione e di interpretazione.
Con lui il repertorio della Banda Civica entrarono autori del primo novecento ed i contemporanei.
Nei programmi dei concerti era tutto un alternarsi di musiche dalle più disparate concezioni melodiche. Sotto la direzione del M° Miele la Banda Civica riportò ovunque applausi e riconoscimenti meritatissimi.

Nel 1966, dopo 14 anni di direzione, forse a causa di reciproche incomprensioni sorte con i dirigenti

della nostra società il M° Miele fu sostituito dal Cav. Giuseppe Prof. Molteni, che qualcuno definì il maestro che vince. Tant’è vero che nel 1967, al concorso bandistico di Cogliate, al quale parteciparono sette corpi musicali, la nostra banda, vinse il primo premio e la relativa medaglia d’oro.
Mentre è del biennio 1969/70 il pezzo più prezioso nella collezione dei nostri trofei.
Alludiamo alla vittoria conseguita nel “Primo Concorso Musicale Bandistico” organizzato dalla Città di San Pellegrino Terme.
Il programma si svolse per l’appunto nel corso del degli anni 1969/70, e prevedeva nel primo anno lo svolgimento delle eliminatorie e nel secondo anno le finali. Vi parteciparono in successive selezioni domenicali, ben settanta corpi musicali, tutti impegnati nel contendersi il primo premio finale consistente nell'”Anfora d’oro”.
Passarono solo pochi anni che anche la nostra banda venne investita da un pizzico di modernità: infatti, alcune simpatiche ragazze, fecero il loro debutto come musicanti nel nostro corpo bandistico.

I commenti sono chiusi.